Carciofi di Albenga: caratteristiche, dove comprare e ricette

Ad Albenga, città situata nella provincia di Savona, particolarmente importante è la produzione dei carciofi di Albenga. I carciofi di Albenga sono conosciuti in tutta Italia per la loro bontà e per la cura che i coltivatori mettono per offrire un prodotto di qualità ai consumatori.

Questa tipologia di carciofo prende anche il nome di carciofo spinoso di Albenga o carciofo violetto, questo è dovuto al fatto che il carciofo di Albenga presenta delle brattee, ossia foglie che accompagnano il fiore, che si presentano spinose e di color violaceo.

Di seguito riportiamo le caratteristiche più importanti, la produzione e i luoghi dove acquistare il carciofo, infine alcune semplici ricette in cui utilizzare questo spettacolare prodotto ligure.

Carciofi di Albenga caratteristiche

Carciofi di Albenga
Trattiamo qui di seguito le principali caratteristiche dei carciofi di Albenga. La pianta di carciofo supera il metro di altezza per terminare con le brattee esterne, che accolgono il fiore, e interne. La parte commestibile del carciofo è formata dalle brattee interne, che sono le parti più tenere, dolci e croccanti della pianta.

La forma conica del capolino, ossia l’infiorescenza del carciofo, e le sue foglie esterne hanno un caratteristico colore verde scuro e violaceo, che dà il nome al carciofo e lo rendono inconfondibile dalle altre tipologie di carciofo che vengono prodotte nel sud Italia. Altra caratteristica fondamentale dei carciofi di Albenga è che si trovano in commercio con il gambo lungo e con almeno due foglie complete.

I carciofi di Albenga hanno un ricco apporto di vitamine e sali minerali, specialmente di calcio, con circa 86 mg di calcio per 100 g di prodotto, e di inulina, un carboidrato disponibile solamente a livello vegetale che induce la produzione di flora batterica intestinale ed è un alimento consigliato per i diabetici e favorisce la peristalsi intestinale.

Per quanto riguarda carciofo di Albenga coltivazione, il carciofo viene prodotto nella piana di Albenga e nel litorale savonese e imperiale. I carducci, che sono i germogli che danno origine alla pianta, vengono piantati nei mesi estivi in solchi che si trovano a una profondità di circa 10-15 cm e vengono raccolti a partire dal mese di febbraio – marzo se è il primo anno della pianta, altrimenti se la pianta ha già due anni la raccolta inizia nei primi di dicembre.

A causa della raccolta a mano del prodotto e nelle ore più fresche della giornata, la sua raccolta si può prolungare fino al mese di maggio. Per questo motivo il periodo carciofi di Albenga consigliato è quello invernale, in particolare nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio quando i carciofi sono freschissimi, ma anche il periodo primaverile è ottimo per consumare il carciofo di Albenga.

Dove comprare carciofi ad Albenga

I carciofi di Albenga sono un prodotto di prima qualità e sono moltissimi i posti nella regione ligure dove si possono acquistare. La vendita carciofi di Albenga avviene principalmente nei mercati delle città liguri, sia vicine che lontane alla località di Albenga, ma di grande importanza sono anche i mercati di Milano e Torino, mentre una parte minore di prodotto viene esportato in altri paesi europei.

I carciofi vengono confezionati 15-20 pezzi alla volta con un gambo di almeno 30 cm di lunghezza. Gli imballaggi sono costituiti da sacchetti o contenitori di plastica, legno e cartone o altri materiali che sono idonei alla refrigerazione. Le richieste del prodotto sono sempre altissime ed essendo raccolti a mano, sono gli ultimi carciofi che si trovano in commercio fino al mese di maggio e di giugno.

Inoltre, i carciofi spinosi di Albenga possono essere acquistati anche online direttamente dalle aziende agricole che li producono e possono essere spediti in qualsiasi parte d’Italia, pagando in aggiunta solamente le spese di spedizione.

I maggiori produttori carciofi di Albenga sono aziende agricole locali che si occupano della produzione e della rivendita dei loro prodotti. I carciofi vengono messi in commercio appena vengono concluse le operazioni di cernita e di confezionamento, se invece aspettano di essere lavorati devono essere continuamente bagnati con acqua fredda senza l’utilizzo di sostanze di conservazione.

Inoltre per la elevata attività respiratoria bisogna che i capolini vengano refrigerati a una temperatura di 2-4°C e umidità del 90% subito dopo la raccolta per mantenere la qualità del prodotto e attendere la lavorazione del prodotto.

Carciofi di Albenga ricette

Moltissimi sono i possibili piatti che si possono creare con queste tipologia di carciofo, quindi vediamo qui di seguito le ricette con carciofi di Albenga.

Iniziamo con alcuni primi piatti che hanno come ingrediente principale il carciofo violetto:

  • Pasta carciofi e scampi,
  • Pasta carciofi e salsiccia
  • Fettucce con carciofi e vongole all’arancia
  • Lasagne di carciofi

Bisogna segnalare poi che i carciofi sono perfetti come contorni per secondi piatti, sia di carne che di pesce. Delle possibili combinazioni sono le seguenti:

  • Carciofi, puliti e tagliati, conditi con un goccio di olio, perfetto per qualsiasi tipo di carne e perfetto per il pesce, per esempio con del pesce San Pietro.
  • Carciofi e porri fritti, da accompagnare a un pesce come il branzino, impanato e fritto.
  • Carciofi crudi e patate
  • Carciofi crudi e finocchi
  • Carciofi cotti al forno

Se si vuole preparare un secondo particolare e non scontato, i carciofi possono essere una valida alternativa. Si possono preparare dei carciofi ripieni e cotti al forno, carciofi alla diavola oppure alla romana con mentuccia, o ancora fare uno sformatino di carciofi accompagnato da una crema di parmigiano per esaltarne il sapore.

Curiosità carciofo di Albenga

Il carciofo di Albenga è così famoso da aver dato il nome ad una enoteca, infatti ad Albenga si trova La cantina di Re Carciofo Albenga. Il locale si trova in Piazza San Francesco ed offre una vasta scelta di vini, un ampio aperitivo con taglieri di salumi e verdure preparate a crudo, con l’immancabile il carciofo di Albenga. Inoltre offre anche primi piatti classici della cucina ligure, sia di carne che di pesce.

I clienti sono molto soddisfatti della cucina e dell’atmosfera che viene creata nella location caratteristica al centro di ulivi in cui si trova La cantina di Re Carciofo.

Lo stesso carciofo ha reso nota la località di produzione sia in Italia che all’estero. Sono molti i turisti che si recano in questa città, sia per ammirare le attrazioni incluse in cosa vedere a Albenga, sia per asseggiare le specialità preparate con questo ingrediente.

Quando qualcuno condivide, tutti vincono. (Jim Rohn)

Author:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *